Dl fisco, Lega: maggioranza spaccata su norma appalti e subappalti

Pol/Arc

Roma, 5 nov. (askanews) - "La maggioranza si è spaccata sull'articolo 4 del Decreto fiscale. Da una parte Iv che, con Marattin, conviene con la Lega sulla necessità di riformare la norma cervellotica che prevede una burocrazia assurda sino al pagamento delle ritenute dei dipendenti delle ditte appaltatrici a cura del committente; dall'altra 5S e Pd, che invece si ostinano a mantenerla infischiandosene delle gravi ripercussioni che essa comporterebbe su appalti e subappalti e dunque sull'economia". Lo affermano i deputati della Lega Massimo Garavaglia e Massimo Bitonci, ex viceministro e sottosegretario all'Economia e finanze, e Alberto Gusmeroli, vicepresidente della commissione Finanze di Montecitorio.

"Non si può sparare nel mucchio - aggiungono - per punire alcuni comportamenti impropri. Così si distrugge un interno sistema economico. Lo ribadiamo: questa norma va assolutamente cancellata. Finché resterà in piedi, si rischia il blocco degli investimenti. Bisogna smetterla di intervenire con complicazioni fiscali per appostare somme a titolo di recupero da evasione da sperperare".