Dl imprese, M5s: essenziale per nuovi diritti e crescita sostenibile Italia

Pol/Luc

Roma, 31 ott. (askanews) - "Con il voto di oggi alla Camera è stato approvato il decreto crisi aziendali. Un provvedimento di grande importanza, perché affronta alcune delle questioni lavorative più urgenti e disegna un futuro diverso per il nostro Paese, nell'ottica di uno sviluppo finalmente sostenibile". Così in una nota i portavoce del MoVimento 5 Stelle delle commissioni Lavoro e Attività produttive alla Camera, a margine dell'approvazione del decreto legge che prevede misure urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali.

"All'interno troviamo le misure per i riders, che per la prima volta si vedono riconosciute le tutele del lavoro subordinato. Viene coinvolta la contrattazione collettiva che avrà il ruolo fondamentale di rendersi interprete delle esigenze di questi lavoratori. Ci sono norme per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili, risorse per il sostegno al reddito dei lavoratori delle aziende in crisi e l'estensione dell'indennizzo economico per i commercianti esodati, che si vedranno così garantito un diritto essenziale, cioè quello alla pensione. Inoltre, trovano spazio anche le nuove assunzioni in seno ad Anpal, Inps e Ispettorato del lavoro e un aumento del personale specializzato presso il MiSe, per gestire in maniera ancor più efficace i tavoli di crisi", proseguono.

"Infine, abbiamo stanziato 6 milioni e mezzo in tre anni per sostenere la nascita e lo sviluppo di società cooperative di piccole e medie dimensioni costituite, prevalentemente, da lavoratori provenienti da aziende in crisi e investito nella riconversione dei posti di lavoro nelle aree dove vengono smantellate centrali a carbone. Un provvedimento, dunque, essenziale per superare le attuali criticità e disegnare un modello industriale differente, moderno e sostenibile, per il nostro Paese", concludono i deputati pentastellati.