Dl Infrastrutture: Boldrini (Pd), 'il cammino dei diritti non si è fermato, prosegue'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 nov (Adnkronos) – "Questi sono solo alcuni degli osceni cartelloni pubblicitari che per anni hanno campeggiato nelle strade italiane. Una vergognosa offesa alla dignità di tutte noi, a cui finalmente abbiamo detto basta inserendo una giusta norma nel #DlInfrastrutture che vieta qualsiasi cartellone di stampo sessista in giro per le nostre città, ma interviene anche contro i messaggi pubblicitari violenti o discriminatori per l’orientamento sessuale e l’identità di genere". Lo scrive Laura Boldrini su Facebook pubblicando le foto di una serie di maxi cartelloni pubblicitari a sfondo sessista.

"Pensate che sia stato facile raggiungere l'obiettivo? Tutt'altro. La destra oscurantista al Senato ha tentato di bloccare anche questo provvedimento. Queste immagini chiariscono l'intento delle nostre azioni, ben lontane dal limitare la facoltà sancita dalla Costituzione di avere ognuno opinioni diverse: insultare, denigrare o in questo caso mercificare il corpo femminile non c'entra nulla con la libertà di espressione", spiega la deputata del Pd.

"Questa iniziativa dimostra anche che il cammino dei diritti non si è fermato, anzi prosegue con ancora maggiore determinazione", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli