Dl Recovery, oggi il Consiglio dei Ministri: si media ancora sui subappalti

·2 minuto per la lettura
Dl Recovery consiglio ministri
Dl Recovery consiglio ministri

Dovrebbe tenersi oggi il Consiglio del ministri che all’ordine del giorno ha la discussione sul cosiddetto Dl Recovery, che unisce semplificazioni e governance per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Un missione per la quale l’esecutivo seguirà un approccio unitario complessivo che riguarderà tre pilastri: la progettazione della squadra che gestirà il PNRR, le semplificazioni normative e un piano di reclutamento nella Pubblica Amministrazione. Sarebbero in particolare due i nodi da sciogliere, vale a dire le regole per i subappalti e il superbonus per gli alberghi.

Dl Recovery: oggi il Consiglio dei Ministri

Nella serata di giovedì 27 maggio un nuovo tavolo tecnico ha cercato di mettere alcuni paletti al decreto soprattutto per quanto riguarda quest’ultimo tema. Pur non comparendo infatti alcun allargamento del massimo ribasso, secondo fonti al lavoro sul dossier si starebbero rivedendo le soglie e le regole dei subappalti.

Dl Recovery, Consiglio dei Ministri: i subappalti

L’idea del premier Draghi sarebbe quella di prorogare fino al 2023 la soglia del 40% per la quota di lavori che è possibile affidare a ditte esterne, accompagnando l’innalzamento con garanzie sul fronte del lavoro e della legalità. Il capo del governo dovrà mediare tra le pressioni di Matteo Salvini, che vorrebbe superare il codice degli appalti, e quelle del centrosinistra che chiede di non smantellare del tutto le attuali regole. Al tal proposito ha ricordato che la normativa europea ha di fatto liberalizzato quest’area facendo cadere i limiti imposti nell’ordinamento italiano. Va dunque tenuto insieme il rispetto del diritto europeo che prevede il superamento dei limiti al subappalto con la massima tutela del lavoro e della legalità.

Tra le proposte avanzate dai sindacati vi sono norme volte a garantire ai lavoratori in subappalto le stesse condizioni del contratto collettivo nazionale applicato ai dipendenti delle ditte appaltatrici. Vorrebbero poi escludere che il trattamento economico e normativo dei lavoratori possa essere un elemento su cui giocare nelle proposte alle gare.

Dl Recovery, Consiglio dei Ministri: superbonus per gli alberghi

Un altro tema in bilico su cui si dibatterà nella riunione è quello dell’estensione del superbonus agli alberghi: i dubbi riguarderebbero, tra le altre cose, i costi della misura. Non sarebbe invece all’ordine del giorno una discussione sul blocco dei licenziamenti e sui cambiamenti chiesti dai sindacati dopo la mancata proroga. Le sigle scenderanno dunque in piazza e la minaccia è quella di uno sciopero generale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli