Dl Rilancio,Protocollo Anci e Upi con Bei per sospensione mutui

red/gci

Roma, 20 giu. (askanews) - Sospensione per Comuni e Province e Citt metropolitane in attuazione del Decreto Rilancio, delle quote capitale delle rate di ammortamento dei finanziamenti BEI in scadenza nel 2020 e nel 2021, fino al 31 dicembre 2021. Questo l'obiettivo del protocollo siglato oggi da ANCI, UPI e Banca Europea degli investimenti.

"Uno strumento - dichiarano il Segretario Generale di ANCI Veronica Nicotra e il direttore Generale di UPI Piero Antonelli che hanno siglato oggi l'accordo - per dare respiro ai Comuni e alle Province i cui bilanci sono in condizioni critiche a causa dell'emergenza finanziaria dovuta al COVID19.

I finanziamenti BEI - aggiungono - sono molto importanti per gli Enti locali, perch interessano principalmente investimenti per l'edilizia scolastica, per le politiche ambientali, per la mobilit e le energie rinnovabili.

Si tratta quindi di permettere a Comuni, Province e Citt metropolitane di proseguire con pi tempo in opere essenziali per le comunit e i territori. Certo, questa come tutte le misure in campo sul debito, solo una soluzione tecnica, per cui dobbiamo ringraziare la BEI per la sensibilit e la disponibilit, per cercare di mitigare una condizione finanziaria dei bilanci di grande criticit. Per avere soluzioni strutturali, servono misure e fondi adeguati del Governo sia per quanto riguarda la copertura delle entrate che Comuni, Province e Citt metropolitane stanno perdendo a causa del COVID19, sia per garantire una stagione di investimenti in opere pubbliche".

Le richieste di sospensione da parte degli Enti locali dovranno pervenire alla BEI entro il 30 settembre 2020. L'intervento interesser Enti locali sia grandi che piccoli, dai Comuni di Milano e Firenze a quello di Lecce, dalla Citt metropolitana di Roma alle Province di Reggio Emilia e Varese.