Dl scuola, Fi: no a fiducia, da governo pandemia incompetenza

Pol/Vep

Roma, 4 giu. (askanews) - "Forza Italia non dar n oggi, n mai la sua fiducia a questa compagine di governo, ed contraria nel merito e nel metodo, al provvedimento su cui l'ha posta". Lo ha detto Federica Zanella, deputata di Forza Italia, intervenendo nell'Aula di Montecitorio in dichiarazione di voto di fiducia sul 'dl scuola'.

L'esecutivo "continua a declamare la disponibilit al dialogo con le opposizioni - ha aggiunto l'esponente azzurra - ma ogni atto, dimostra, inesorabilmente il contrario. La fotografia del soliloquio, senza entrare nel merito della drammatica situazione economica e occupazionale del Paese, purtroppo questa: tribunali nel caos, carceri al collasso, uffici e servizi pubblici in regime semi balneare fino a nuovo ordine. E ciliegina sulla torta: la scuola chiusa. Il servizio pubblico pi importante di tutti - quello che serve a formare i cittadini di domani, a consegnare ai ragazzi gli strumenti della socialit e i mezzi per costruirsi il futuro - con la saracinesca abbassata fino a settembre. E tutto deciso, ovviamente, senza passare dal Parlamento ma comunicato rigorosamente via social".

"Come una sorta di Re Mida al contrario - ha sottolineato Zanella -, infatti, il governo fa sfiorire tutto ci che tocca. Da quando siete a Palazzo Chigi,avete portato su questo Paese la pandemia dell'incompetenza. Pensavamo di aver visto gi tutto nel vostro approccio alla giustizia, ma sulla scuola state intervenendo in maniera drammatica. State tentando di distruggerla. Con quanto fatto, certamente; ma anche con quanto non avete fatto: con la vostra inerzia, con l'incertezza nella quale avete tenuto sospese ragazzi, famiglie, insegnanti, che non hanno saputo per mesi con certezza, e per alcuni aspetti ancora non sanno, se e quando la scuola avrebbe riaperto, se e come fare gli esami, se e come saranno strutturate le lezioni".

"Il decreto che avete messo in campo, e che ci chiamate semplicemente a ratificare visto che, nonostante chiediate a gran voce collaborazione, non avete accolto nessuno dei nostri emendamenti, scoperchia davvero il vaso di pandora". "Didattica a distanza, welfare familiare con particolare riguardo alla situazione della donna, nessun intervento organico di edilizia scolastica, tentativo di sterminare asili e scuole paritarie per pura ideologia, e tanto altro. Queste le bombe che il governo ha fatto deflagrare tentando di coprirle con delle foglie di fico, spazzate via dallo sconcerto di famiglie, studenti, insegnanti e personale scolastico", ha concluso Zanella.