Dl sicurezza bis, Airola (M5s) a favore: non è l'anticristo

Luc

Roma, 5 ago. (askanews) - "Di sicuro riceverò molte critiche ma con un certo groppo nel petto mi sovvengono le parole di Rino Formica: la politica è sangue e merda. La politica è per uomini il terreno di scontro più duro e spietato". Così Alberto Airola, senatore M5s, uno dei firmatari degli emendamenti dissidenti al decreto sicurezza bis, motiva in aula al Senato il suo sì al provvedimento caro a Matteo Salvini.

Per Airola "siamo riusciti a depotenziare molto questo" che "non è l'anticristo ma una manifestazione di forza del nostro contraente dalla quale non possiamo permetterci di dividerci. Certo sarebbe stato utile discutere in quest'aula ma o lo votiamo o domani potremmo non avere un Movimento al governo. E invece abbiamo bisogno di M5s al governo per fermare il Tav perché è una partita ancora aperta, per realizzare il salario minimo, per approvare la legge sul conflitto di interessi, per l'abbassamento delle tasse e per la riforma della giustizia".

"Anche se oggi sembro cedere a qualcosa che non condivido pienamente domani sarò di nuovo spietato e avrò ragione perché conto di vincere", ha concluso.