Dl sicurezza bis, Bonafede: non complicherà lavoro magistrati

Fos

Genova, 5 ago. (askanews) - "No, anzi nel decreto sicurezza bis sono previsti stanziamenti per l'assunzione di personale che procede alla notifiche che è uno dei grandi tempi morti della giustizia e che, tra l'altro, la riforma del processo penale, che ho portato all'attenzione del Consiglio dei ministri, mira a tagliare". Così il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a margine di una conferenza stampa a Genova, ha risposto ad un giornalista che gli chiedeva se il decreto sicurezza bis rischi di complicare il lavoro della magistratura.  

"Con la riforma -ha sottolineato Bonafede- le forze dell'ordine non andranno più in giro a cercare persone che non vogliono farsi trovare per difendersi dal processo e non nel processo. Con la riforma -conclude il Guardasigilli- si dice che io Stato notifico il primo atto alla persona indagata o imputata e a quel punto sta a lui decidere se andarsi a difendere o meno".