Dl sicurezza bis, Mantero (M5s): stop a diktat e strafottenza Lega

Luc

Roma, 5 ago. (askanews) - "Credo che sia ora a mettere un limite alla strafottenza della Lega che con i suoi No e i suoi diktat si comporta come fosse sola a decidere. Questo governo può fare tento per il paese ma è ora di iniziare a dei Sì". Lo scrive su facebook Matteo Mantero, uno dei senatori M5s critici rispetto al decreto sicurezza bis. Insieme ad altri cinque pentastellati Mantero ha sottoscritto una ventina di emendamenti mai esaminati perché il governo ha posto la fiducia in aula al Senato sul provvedimento caro a Matteo Salvini.

Mantero non chiarisce come voterà questa sera - sulle questioni pregiudiziali di costituzionalità presentate da Pd e Leu si è astenuto - ma si lancia su facebook in un duro atto di accusa contro l'alleato di governo: "Oggi la Lega vuole che diciamo NO al diritto dei cittadini di manifestare liberamente il proprio dissenso inasprendo in maniera incongrua e le pene per i manifestanti, rischiando di sdoganare fatti come quelli avvenuti alla scuola Diaz a Genova; vuole che diciamo NO a chi soccorre bambini, donne e uomini che rischiano di annegare in cerca di una speranza".

"Non dirò altro sul decreto sicurezza - conclude Mantero - perché contribuirebbe a spostare l'attenzione da quelli che sono i veri temi caldi, dalla vera posta in gioco, ovvero rompere il legame con gli affaristi che per decenni hanno pilotato la politica e che la Lega sembra voler continuare a rappresentare in Parlamento", sottolinea.(Segue)