Dl sicurezza bis, Mantero (M5s): stop a diktat e strafottenza Lega -2-

Luc

Roma, 5 ago. (askanews) - "Questo governo - insiste Mantero - potrebbe fare ancora tante cose buone per gli italiani e per il nostro paese se solo la Lega la smettesse di dire NO. Potremo difendere il SUOLO del nostro bellissimo paese, evitando che una risorsa così preziosa per sfamarci, difenderci degli alluvioni, mitigare l'inquinamento, preservare la biodiversità, venga persa per sempre sotto strati di cemento o asfalto. Potremmo salvarlo se solo la Lega la smettesse di bloccare la legge ferma da un anno in commissione".

"Potremmo mettere al BANDO la PLASTICA MONOUSO riducendo il volume dei rifiuti e tutelando i nostri mari, fondamentali per la sopravvivenza del nostro paese, per il turismo, la pesca e per la ricchezza di speci viventi. Lo potremmo fare se la Lega non si opponesse a questa scelta. Se non ci fossero i NO della Lega potremmo fare una riforma della GIUSTIZIA seria, per snellire e velocizzare i processi, invece che depotenziare i magistrati e i giudici per tutelare gli interessi dei soliti noti alla berlusconiana maniera. Potremmo dare a tutti i lavoratori italiani un SALARIO MINIMO per rispettare la loro dignità, dando un giusto valore al loro tempo e alle loro capacità, ma la Lega dice NO", attacca Mantero.

"Avremmo potuto dare finalmente al nostro paese una legge sull'EUTANASIA che ci facesse fare un balzo in avanti sul tema dei diritti dei più deboli, rispondendo alla sollecitazione della Corte Costituzionale, ma la Lega si è rifiutata di riconoscere ai malati in condizione di sofferenze insostenibili di poter scegliere per se stessi e per la propria vita. Potremmo aiutare gli agricoltori e gli imprenditori che con fatica stanno mettendo in piedi una filiera per la CANAPA INDUSTRIALE che faccia tornare l'Italia a primeggiare nella produzione di fibre e tessuti di canapa, come era fino agli anni '30, e investire nel futuro con le biopalsitche di canapa, la bio edilizia, i biocarburanti e tutte le altre applicazioni legate a questa pianta formidabile, se solo il Ministro dell'Interno la smettesse di prendersela con chi produce e commercializza fiori di canapa industriale senza alcun effetto inebriante e iniziasse ad occuparsi delle piazze di spaccio", sottolinea.

"Potremmo dire NO ad un opera faraonica come il TAV utile solo a chi la realizza, ma che pagheremo tutti noi. Potremmo fare queste e tante altre cose fondamentali per il paese se la Lega la smettesse di dire NO, NO, NO", conclude.