Dl sicurezza bis, Rete restiamo umani: domani presidio davanti alla Camera

Pol/Luc

Roma, 23 lug. (askanews) - In occasione del previsto voto alla Camera del Decreto Sicurezza Bis, mercoledì 24 luglio, dalle ore 16, la Rete Restiamo Umani si mobiliterà ancora una volta in Piazza di Montecitorio contro le politiche razziste e violente del governo gialloverde e l'approvazione di un provvedimento repressivo che, svuotando dall'interno i fondamentali diritti costituzionali, pretende di criminalizzare ogni forma di solidarietà e manifestazione di dissenso, in mare come in terra.

"Nelle ultime settimane abbiamo dimostrato che c'è una parte di società che non rimane indifferente alle politiche disumane del ministro Salvini", dichiarano attiviste e attivisti della Rete Restiamo Umani. "La nostra idea di sicurezza non fa rima con legittima difesa, non si riconosce in quartieri blindati da ingenti schieramenti di forze dell'ordine, non parla di frontiere e porti chiusi a migliaia di persone che scappano da guerra, fame e povertà. La nostra idea di città non è fatta di speculazione edilizia e spazi sociali e abitativi sgomberati per creare un deserto chiamato 'decoro', non si disegna sui controlli etnici sui mezzi pubblici e su regolamenti municipali oscurantisti. La nostra idea di giustizia mette al primo posto i diritti, i bisogni e il benessere delle persone, non interessi economici e politici".

La Rete Restiamo Umani invita in Piazza di Montecitorio chiunque si opponga a questa visione distorta e securitaria di Paese, nella quale si inserisce alla perfezione il Decreto Sicurezza Bis. Occorre riconoscere e ricostruire quei legami di solidarietà che le politiche governative tentano ogni giorno di rompere. È necessario disobbedire a leggi e condotte ingiuste e costruire insieme delle proposte nuove, per il presente e per il futuro di tutte e tutti noi.