Dl sostegni bis: Confedilizia, 'eliminare tutta l'Imu 2021 per vittime blocco sfratti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 giu. (Adnkronos) – "Non ci sono parole per commentare l’indiscrezione secondo la quale il Governo non vorrebbe acconsentire all’eliminazione – proposta da diverse forze politiche di maggioranza e richiesta dallo stesso relatore del decreto Sostegni bis alla Camera, l’on . Massimo Bitonci – dell’intera Imu dovuta per il 2021 dovuta dai proprietari che stanno subendo dal marzo 2020 il blocco degli sfratti. L’Esecutivo – a quanto risulta – avallerebbe l’intervento per una sola rata". Ad affermarlo è Giorgio Spaziani Testa, il presidente di Confedilizia.

"Stiamo parlando – spiega – di famiglie e imprese che dal 17 marzo 2020 non hanno la disponibilità del loro immobile, sono senza redditi e devono anche pagare spese condominiali e di manutenzione. Il tutto, senza alcun risarcimento, sostegno o ristoro da parte dello Stato che attenuasse gli effetti drammatici di una misura, peraltro, palesemente incostituzionale e per questo rinviata alla Consulta da diversi Tribunali".

"L’eliminazione dell’Imu dovuta per il 2021, dopo che per il 2020 non ne è stata prevista alcuna limitazione, sarebbe semplicemente un atto dovuto, un minimo segnale di rispetto nei confronti di soggetti i cui diritti sono stati calpestati da una legislazione rozza e ideologica. Non risolverebbe certamente la stituazione economica disastrosa dei tanti che sono in attesa di ciò che è loro, e che sono arrivati a rivolgersi finanche alla Caritas, ma eviterebbe di aggiungere la beffa al danno", conclude Spaziani Testa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli