Documento congiunto Marsilio e Biondi per restituzione tasse

Xab

L'Aquila, 23 set. (askanews) - "Rivendichiamo maggiore attenzione sulla questione tasse. La volontà è quella di non disperdere il lavoro fatto anche dai precedenti governi. Abbiamo un governo che ha raccolto le nostre richieste ed ha condiviso le nostre ragioni. Si tratta ora di portarle avanti". Questo il commento del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio a margine del tavolo tematico sulla ricostruzione, che ha convocato, d'intesa con il sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi ed i Coordinatori dei sindaci del "Cratere 2009" per affrontare il problema della restituzione delle tasse sospese a seguito del terremoto del 2009.

L'incontro si è svolto all'Aquila, nella "Sala Celestino V" di Palazzo Silone per discutere delle iniziative da mettere in campo. Oltre a Marsilio, sedeva al tavolo della riunione il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, l'assessore alle Aree Interne e del Cratere, Guido Quintino Liris, i parlamentari Luigi D'Eramo, Stefania Pezzopane e Gaetano Quagliariello, oltre a rappresentanti di associazioni e sindacati. L'Europa ha richiesto la restituzione delle tasse sospese dopo il terremoto del 2009 perché ritenute Aiuti di Stato. "Siamo in attesa di un incontro con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte - ha aggiunto Marsilio - Un documento condiviso unitariamente dal tavolo è pronto. Abbiamo concesso 24 ore di tempo a tutti per valutarlo e sottoscriverlo: istituzioni, associazioni di categoria e sindacali intendono così sottolineare l'urgenza e l'emergenza di questo tema. Chiediamo che il Governo si faccia promotore di un'azione molto forte presso la Commissione europea".