Dolci(Dda), in Lombardia problema di colonizzazione 'ndrangheta

Asa

Milano, 19 lug. (askanews) - "Assistiamo a una decadenza morale e la nostra regione ha un problema di colonizzazione da parte della 'ndrangheta. Un problema che è di tutti noi". Lo ha detto il magistrato a capo della Dda di Milano, Alessandra Dolci, durante la commemorazione della strage di via D'Amelio, dove perse la vita 27 anni fa il giudice Paolo Borsellino.

Per Dolci "il problema vero è la presenza della 'ndrangheta che ha sopravanzato Cosa Nostra nel controllo di vaste aree del Paese e dell'Europa, di quello ci stiamo occupando e la vicenda delle stragi di mafia mi ispira una riflessione: si preoccupano della costruzione del consenso queste due organizzazioni. Il processo di costruzione del consenso è quello che sta facendo la 'ndrangheta nei nostri territori, che offre servizi appetibili per i nostri imprenditori, che vanno magari a cercarla, che sono i politici che si vogliono candidare alle amministrative che vanno alla ricerca di quei voti" ha concluso.