Dolore alla cervicale: sei italiani su dieci ne soffrono

Red/Cro/Bla

Roma, 2 ott. (askanews) - Il dolore al collo è diventata una vera e propria malattia sociale che colpisce indipendentemente uomini e donne. Infatti, sette italiani su 10 soffrono di cervicalgia, circa quindici milioni di persone ricorrono alle cure mediche dopo aver consultato ortopedici, fisiatri, fisioterapisti. "Il fenomeno, in effetti, non accenna a diminuire - afferma Mario Manca, presidente degli Ortopedici e Traumatologi d'Italia (O.T.O.D.I.) durante il 12° Trauma Meeting in corso di svolgimento a Riccione. Il dolore al collo, ma anche alla nuca e alle spalle coinvolge sempre di più un numero disparato di persone. Molti - spiega l'ortopedico - uomini e donne, indipendentemente dalla loro età sono costretti a vivere con dolori ricorrenti ed invalidanti al collo. Le cause della cervicalgia sono molteplici, una delle più frequenti è la postura scorretta che ognuno di noi, involontariamente, assume in ufficio, a casa, in bicicletta, in moto, in automobile e perfino calzature inidonee con tacchi eccessivamente alti. Nella maggior parte dei casi - sottolinea il presidente di Otodi - il fastidio e il dolore possono essere così importanti ed invalidanti che ne impediscono anche i più banali movimenti del collo e della testa, a volte si associano ad una sensazione di ottundimento, tanto il dolore è costante".

(Segue)