Domani alla Camera convegno su politica estera italiano dopo Muro

Fdv

Roma, 19 nov. (askanews) - Domani dalle 10 si terrà presso la Sala del Mappamondo di Montecitorio il convegno "La politica estera italiana dopo la Guerra fredda. Bilancio e prospettive", promosso dalla Presidente della Commissione Affari esteri, Marta Grande, nell'ambito delle iniziative della Camera dei deputati per ricordare il 30° anniversario della caduta del muro di Berlino.

Il convegno sarà aperto da un saluto del Presidente della Camera, Roberto Fico, e si articolerà in due sessioni di lavoro.

La prima, introdotta e coordinata da Nathalie Tocci, direttrice dell'Istituto Affari internazionali (IAI), tratterà delle linee principali della politica estera italiana degli ultimi trent'anni e vedrà l'intervento di cinque studiosi di storia e politica internazionale: Lucio Caracciolo, direttore della rivista di geopolitica Limes; Vittorio Emanuele Parsi, ordinario di relazioni internazionali presso l'Università cattolica del Sacro Cuore di Milano; Leopoldo Nuti, ordinario di storia delle relazioni internazionali presso l'Università degli studi di Roma Tre; Emidio Diodato, associato di relazioni internazionali presso l'Università per stranieri di Perugia e Antonio Varsori, ordinario di storia delle relazioni internazionali presso l'Università degli studi di Padova.

La seconda sessione, articolata in tre distinti panel tematici, sarà introdotta da Marta Grande, e si focalizzerà sulle scelte e sugli scenari della politica estera italiana nel nuovo ordine internazionale. Ai panel parteciperanno vicepresidenti, capigruppo e presidenti dei comitati permanenti istituiti nell'ambito della Commissione Affari esteri.

Il primo panel, introdotto e moderato da Gabriele Iacovino, direttore del Centro studi internazionali (Ce.S.I.) verterà sulle opzioni di politica estera dell'Italia nel Mediterraneo e nel Medio Oriente. Con il successivo panel introdotto e moderato da Daniele Frigeri, direttore del Centro Studi di Politica Internazionale (CeSPI) sarà esaminato il ruolo dell'Europa nel nuovo sistema internazionale. L'ultimo panel, introdotto e moderato da Antonio Villafranca, coordinatore della ricerca dell'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) sarà dedicato al ruolo dell'Italia nel nuovo ordine multipolare.

Le conclusioni sono affidate all'intervento della Vice ministra per gli Affari esteri e la Cooperazione internazionale, Emanuela Del Re.

Il convegno sarà trasmesso dalla webtv della Camera dei deputati.