Domani Gentiloni e Fedeli aprono convegno su futuro Università

Red/Cro/Bla

Roma, 9 nov. (askanews) - L'Università italiana nell'Europa di domani. È il tema al centro della giornata di discussione e confronto dedicata al futuro dell'Università che si terrà domani, 10 novembre 2017, a partire dalle 10, presso il Centro Congressi "Angelicum", a Roma (Largo Angelicum, 1). Ad aprire i lavori saranno il Presidente del Consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni, e la Ministra dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Valeria Fedeli.

Nella mattinata parteciperanno alla tavola rotonda: Gaetano Manfredi, Presidente Crui (la Conferenza dei rettori delle università italiane); Carla Barbati, Presidente Cun (il Consiglio universitario nazionale); Anna Azzalin, Presidente Cnsu (il Consiglio nazionale degli studenti universitari); Andrea Graziosi, Presidente Anvur (l'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca). Introdurrà e modererà la discussione Marco Mancini, Capo Dipartimento per la Formazione Superiore e per la Ricerca del Miur.

Nel pomeriggio animeranno la discussione sulle relazioni del mattino, dalle 14.30: Giorgio Alleva, Presidente Istat; Giuliano Amato, Giudice della Corte Costituzionale; Carmelo Barbagallo, Segretario generale Uil; Vincenzo Boccia, Presidente Confindustria; Susanna Camusso, Segretaria generale Cgil; Maria Chiara Carrozza, Professoressa di Bioingegneria e Biorobotica; Maurizio Ferraris, Professore di Filosofia Teoretica; Annamaria Furlan, Segretaria generale Cisl; Ignazio Visco, Governatore della Banca d'Italia. Gli interventi saranno moderati da Antonio Polito, Vicedirettore del Corriere della Sera. A concludere la giornata, la ministra Valeria Fedeli.

L'iniziativa è organizzata dal Dipartimento per la Formazione Superiore e per la Ricerca del Miur e potrà essere seguita in diretta streaming collegandosi al portale www.miur.gov.it. Per gli accrediti stampa è necessario inviare la richiesta a uffstampa@istruzione.it entro le 18 di oggi. L'ingresso dei giornalisti sarà consentito fino alle 9.15.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità