Domenica 1 maggio si celebra la giornata mondiale della risata, linguaggio universale di pace

·4 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 apr. (askanews) - Celebrare la risata come un linguaggio universale capace di connettere persone di differenti culture e Paesi, per costruire una coscienza globale di fratellanza, quanto più necessaria in questi tempi di guerra, e vivere un momento di condivisione.

Questo, si legge in una nota, lo spirito con cui, domenica 1 maggio, sarà festeggiata la Giornata mondiale della Risata per la Pace nel mondo, nell'evento virtuale gratuito con Lara Lucaccioni, la più attiva Master italiana di Yoga della Risata, pratica in cui si ride non per uno stimolo umoristico esterno, ma per scelta, con innumerevoli benefici psico-fisici scientificamente dimostrati. La ricorrenza è stata istituita nel 1998, poi fissata alla prima domenica di maggio, dal medico indiano Madan Kataria, fondatore della pratica e presente all'evento con sua moglie Madhuri, per celebrarne il messaggio di Pace, oltre a quelli di Salute e Felicità.

Dalle ore 11.00 alle 12.00 appuntamento su Zoom per una breve introduzione sullo Yoga della Risata, evidenziando anche i dati dell'ultimo World Happiness Report, che sottolineano l'importanza della risata per vivere emozioni positive e quindi ai fini della felicità; ascoltare storie brevi sugli incredibili benefici e la trasformazione che la pratica ha portato nella vita di alcune persone; ridere insieme e ascoltare la lettera annuale del Dottor Kataria, per celebrare infine il minuto di risate per la Pace nel mondo.

L'evento, che si accompagna agli innumerevoli appuntamenti virtuali e in presenza della giornata, in Italia e nel mondo, è organizzato da Happiness for Future, start up innovativa che Lucaccioni ha fondato insieme al consorte Matteo Ficara, filosofo, scrittore e CHO (Chief Happiness Officer), in cui si occupano di felicità nella sua versione eudaimonica, ovvero la felicità come competenza da allenare, secondo quanto indica la Scienza della Felicità.

"Praticare lo Yoga della Risata, come fanno oggi oltre 3 milioni di persone in più di 110 Paesi, significa scegliere di essere una luce per noi e per gli altri in questo momento buio - ha dichiarato Lara Lucaccioni - , rimanendo centrati e cercando di capire come possiamo agire da dove siamo. Oltre a contribuire ad un futuro di pace. Da un lato, cambiando con gentilezza il proprio mondo interiore, in modo da percepire in maniera diversa anche il mondo esterno. Dall'altro lato, stabilendo una più facile connessione tra le persone attraverso il suo linguaggio universale, che non conosce alfabeto e barriere. Tanto che la Risata è stata un'alleata preziosa di praticanti di ogni angolo del mondo, durante le fasi più difficili del Covid, grazie ai Club della Risata, che sono il cuore del movimento e che sono diventati virtuali. La Risata è stata uno strumento insostituibile per affrontare il momento della pandemia anche nella nostra famiglia, cementando l'unione con il mio consorte e sperimentadola come nucleo base di pace".

La guerra combattuta al di fuori di noi non è altro che il riflesso della guerra vissuta nella nostra mente e nel nostro cuore. Invece, "quando tu ridi, tu cambi, quando tu cambi, cambia il mondo intorno a te", come riporta una delle frasi più celebri di Madan Kataria. La risata incondizionata è infatti la pratica più facile ed economica ai fini del BenEssere fisico, mentale, sociale e spirituale, a partire dalla produzione del cosiddetto joy cocktail, dopo almeno 10 minuti di esercizio, con l'incremento di serotonina, endorfine e ossitocina, dal valore antidepressivo e antidolorifico, e l'abbassamento del cortisolo, l'ormone dello stress.

Enorme, dunque, il suo valore terapeutico, a livello individuale e in tutte le situazioni in cui c'è un gruppo (dagli ambienti socio-sanitari fino ad arrivare alle aziende, passando attraverso le scuole e le università, come la Stanford University, e le famiglie). E come testimoniato da migliaia di praticanti, secondo quanto alcuni di loro racconteranno durante l'evento.

Lo Yoga della Risata nasce nel 1995 dall'intuizione unica di Kataria, secondo cui ciascuno di noi può decidere di ridere senza l'ausilio della comicità, portando il corpo a farlo per scelta, emettendo il suono della risata e sostenendolo progressivamente attraverso la respirazione, per almeno dieci minuti, con gli stessi innumerevoli benefici, in quanto il nostro corpo non distingue una risata spontanea da una autoindotta.

Impariamo così a ridere anche quando la vita non ci sorride, mentre la risata si fa Yoga: un'espirazione profonda che assume il suono della risata e dopo cui si riesce a inspirare una maggiore quantità di ossigeno, rendendo più vitale ed energico il nostro corpo e diventando anche più presenti a livello mentale. Tanto più che, dopo qualche risata autoindotta, essa finisce per diventare autentica e contagiosa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli