Domenica la Giornata Europea Cultura Ebraica

webinfo@adnkronos.com

Torna domenica 15 settembre la Giornata Europea della Cultura Ebraica, la manifestazione, che invita a conoscere e approfondire storia, cultura e tradizioni dell’ebraismo, tra visite guidate a sinagoghe, musei e quartieri ebraici, concerti, incontri d’autore, spettacoli teatrali, degustazioni kasher e iniziative per i più piccoli.  

All’evento, giunto quest’anno alla ventesima edizione, partecipano trentaquattro Paesi europei. Coordinato e promosso nel nostro Paese dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, l’appuntamento è cresciuto esponenzialmente negli anni, arrivando a contare oggi l’adesione di ben ottantotto località in Italia, distribuite in quindici regioni, da nord, a sud, alle isole. Il titolo di quest’anno, “I sogni, una scala verso il cielo”, riecheggia un noto episodio della Genesi che ha per protagonista il patriarca Giacobbe. Al tema dei sogni, intesi come sostanza onirica ma anche come speranza e costruzione del domani, sono ispirate le centinaia di iniziative organizzate in Italia. 

Molte le iniziative previste anche in Veneto, in sette località: Venezia, Conegliano, Padova, Portobuffolè, Verona, Vicenza, Vittorio Veneto. A Venezia, tanti gli appuntamenti organizzati dalla locale Comunità Ebraica (Cannaregio 1189) e dal Museo Ebraico (Cannaregio 2902/b). Si parte alle 10.30 in Comunità, con i saluti istituzionali e con l’incontro “Un sogno non interpretato è una lettera non aperta”, incontro di Rav Roberto Della Rocca con lo psicoanalista Luigi Boccanegra, introduce Enrico Levis. Dalle 10.00 alle 18.30, Museo e Sinagoghe del Campo di Ghetto Novo aperte gratuitamente, e, presso il Museo, laboratorio creativo “We had a dream”, rivolto a tutti. Nel Museo sarà inoltre possibile visitare la mostra “Psalm” di Edmund de Waal.  

Alle 17.00, iniziativa “Qualcuno ha sognato un giardino” presso il Giardino della Scola Spagnola, cui seguirà, alle 19.00, concerto dal titolo “Jewish Experience”, del clarinettista Gabriele Coen accompagnato da Francesco Poeti alla chitarra. Alle 9.30 del mattino, partirà infine una visita guidata dell’antico e suggestivo cimitero ebraico del Lido (Riviera San Nicoletto), a cura di Aldo Izzo.