Dominella (maison Gattinoni): "Look Maneskin attuale e transgender, la nuova sensualità'

·1 minuto per la lettura

"Abbigliamento moderno, fluido, a passo con i tempi... non so se potrà continuare in eterno. I Maneskin sono atleti delle metamorfosi. Mai uguali a se stessi. I loro look si basano sulla sorpresa. Ma quanta fantasia potranno ancora avere per stupire ancora? Chissà che non gli capiti di dover ricorrere solo alla musica. E allora.. saranno dolori". E' quanto ha commentato, in modo ironico, Stefano Dominella presidente della maison Gattinoni, alla guida della sezione Moda di Unindustria Lazio, commentando il look dei Maneskin.

"Hanno fatto riscoprire il rock ai ragazzi che oggi hanno 20 anni e vivono di un altro tipo di musica - ha aggiunto Dominella che alla fine degli anni '90 ha sfilato al Piper, con la storica griffe, con una défilé ispirato al rock - Il linguaggio per riportare in auge il rock è anche legato al loro abbigliamento, dunque. Attualissimo, transgender, mette insieme la nuova sensualità e sessualità. Si rifanno a Rocky Horror Picture Show, anche se in principio fu Achille Lauro. Ho molto amato recentemente Damiano - ha confessato ancora il presidente della maison Gattinoni- Calze a rete e reggicalze, incarnazione perfetta dell'Angelo Azzurro di Marlene Dietrich".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli