A Domodossola il raduno Cai degli escursionisti con mobilità ridotta

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 7 set. (askanews) - Due giornate all'insegna della montagna inclusiva, rivolte a persone con mobilità ridotta, ai loro accompagnatori e agli interessati al tema dell'accessibilità in ambiente montano, che vedranno la partecipazione di 32 Sezioni del Cai di nove regioni. Domodossola (Verbano Cusio Ossola) si appresta a ospitare oltre 400 persone in occasione della seconda edizione del Raduno nazionale di escursionismo adattato del Club alpino italiano "A ruota libera", in programma sabato 10 e domenica 11 settembre.

"Il nostro impegno è quello di permettere a tutti di frequentare la montagna, un'attività in grado di portare grossi benefici nella vita di tutti i giorni grazie all'aumentata fiducia in se stessi e alla socialità che comporta" ha dichiarato il presidente generale del Cai, Antonio Montani, che parteciperà all'evento. "In questo senso, grazie ai fondi del ministero del Turismo, abbiamo recentemente stanziato 110mila euro per sostenere i progetti di Montagnaterapia delle nostre Sezioni" ha aggiunto Montani, spiegando che "sono progetti attivi da decenni, in continua espansione e in grado di coinvolgere crescenti tipologie di utenti, a partire dalle persone con disabilità motoria". "La seconda edizione di 'A ruota libera' - ha concluso - vuole essere non solo un momento di festa e di incontro all'insegna della montagna per tutti, ma anche un'occasione di scambio di buone pratiche tra coloro che, all'interno delle nostre Sezioni, si occupano di rendere la frequentazione delle Terre alte sempre più inclusiva".

Sabato pomeriggio è previsto il ritrovo presso l'area multifunzionale "La Prateria" e le visite guidate alla città, seguite alle 21 da un concerto di benvenuto alla Chiesa Collegiata. La domenica invece sono in programma due escursioni: le 20 "joelette" (carrozzine monoruota pensate per persone con disabilità motoria, in grado di percorrere i sentieri grazie all'aiuto di almeno due accompagnatori) con i relativi equipaggi affronteranno un itinerario ad anello di circa 4 km sui pendii del Moncucco all'Alpe Lusentino, tra i 1.068 e i 1.216 metri. Con loro anche altri 30 escursionisti con mobilità ridotta. Gli 8 tandem mtb (pensati per gli ipovedenti) percorreranno invece la pista ciclabile lungo il fiume Toce, 20 km che da Domodossola conducono a Villadossola. Al termine delle escursioni, si terrà il pranzo e l'esibizione del coro Seo Cai Domodossola.

"Vogliamo riaffermare l'identità di un territorio aperto ad una fruizione accessibile, sostenibile e inclusiva - ha affermato il presidente del Seo Cai Domodossola, Paolo Pozzo - promuovendo le nostre montagne come luogo di salute e benessere psicofisico per tutti".