Donatella Rettore a Domenica In: grave malattia e rinuncia al figlio

Donatella Rettore non nasconde il dolore per il figlio mai avuto a Domenica In

La puntata del 26 gennaio di Domenica In ha visto Mara Venier emotivamente coinvolta durante l’intervista a Donatella Rettore: la cantante ha celebrato i 43 anni d’amore con il marito Claudio Rego, ma ha anche ricordato e rivissuto tutto il dolore per aver rinunciato a un figlio e per la malattia contratta da giovane. L’ospite della zia Mara ha confessato infatti: “Mio figlio oggi avrebbe 23 anni. Mi ero sottoposta a cure ormonali e mentre facevo Sanremo lo persi. Non sapendo di essere incinta incolpavo lo stress per i mesi saltati. Claudio mi ha aiutato molto”. Leggi anche: >> LA RETTORE E PIERLUIGI DIACO, PACE FATTA DOPO LA STORICA LITE A SCALO 76: LE IMMAGINI DEL 2008 E LA REAZIONE FURIOSA DELLA CANTANTE

Donatella Rettore, la talassemia malattia debilitante: il brutto episodio del 1992

Donatella Rettore scoprì di avere la talassemia a 29 anni: “Ho scoperto di essere malata di talassemia a a 29 anni, devo stare attenta alle mie difese immunitarie. Nel ’92 mi è successo di rischiare la vita: avevo spesso emorragie gastro-intestinali e renali. Me ne stavo andando, fui presa per i capelli. Da questa cosa la voglia di ricominciare a vivere è stata immediata”. Per questo gravissimo episodio che l’ha profondamente segnata, la cantante e il marito – sposato soltanto nel 2005 – hanno deciso di non provare più ad allargare la famiglia. Mai stata più di tanto reale la possibilità di adottare: Donatella Rettore a Domenica In ha spiegato infatti che la burocrazia è troppo farraginosa in Italia. “I bambini non devono passare per la burocrazia, se un genitore è in salute e ha la possibilità di mantenere un figlio è fatta. Io sembro ma non sono pazza – ha aggiunto infine con un sorriso – Ho un grande senso materno, sono una persona responsabile, peccato…” Foto@Kikapress