Donatella Versace: "Sono stata una madre strana. Mio figlio disse alla maestra: 'Non ho dormito perch矇 Elton John suonava il pianoforte'"

Vanity Fair

Donatella Versace, stilista e volto della maison fondata quarant'anni fa da suo fratello Gianni, torna a raccontarsi e questa volta lo fa dalle pagine di Vanity Fair. Il riferimento al fratello, mito della moda 癡 inevitabile.

Non c'癡 intervistatore che non me lo nomini per primo. Ma sono contenta, parlare di lui lo fa stare qui. E mi fa bene.

Ma poi Donatella parla tanto di s矇 e mostrando il suo lato pi羅 autentico. Quello stesso lato che, quando le persone la fermano per strada, emerge spontaneo:

Ogni volta che la gente mi ferma per un selfie o un autografo, io comincio a parlare: Come ti chiami?, Cosa fai?, Come stai? Magari faccio male, non so, ma come si fa a far finta di niente con chi 癡 gentile con te? [...] L'unica cosa che so 癡 che io sono vera.

E di autenticit� la Versace parla anche quando racconta cosa 癡 davvero importante per lei: tra cui, il valore da dare alle donne.

Siamo trattate diversamente nel campo del lavoro e del salario. Abbiamo una voce fortissima e non ci deve essere solo il momento #MeToo per essere ascoltate [...] Anche io ho trovato un muro davanti, all'inizio. La mia voce e la mia resistenza l'avevo allenata con Gianni, che mi chiedeva parere su tutto anche se raramente eravamo d'accordo. Diceva che noi donne siamo pi羅 intelligenti.

E a proposito di donne, Donatella parla anche di sua madre, che per prima inaugur簷 con l'attivit� sartoriale e le boutique la tradizione modaiola di casa Versace. Una tradizione resa grande da Gianni e da lei, donna forte che apprezza le donne forti, donna che si definisce "entusiasta" e parla del rapporto con le nuove generazioni.

Sono entusiasta della vita che 癡 preziosa. Non sono pi羅 una ragazzina e mi 癡 venuta voglia di parlare ai giovani che amo molto [...] Per lavorare con me un ragazzo deve avere il coraggio di dirmi cosa non gli piace. Che me ne faccio di persone che non mi aiutano a migliorare? [...] Sono preoccupata per l'Italia. Per i giovani. Sono una donna di...

Continua a leggere su HuffPost