Donbass: Severodonetsk quasi in mano russa, distrutti i ponti per uscire dalla città

Circa 500 persone sono rifugiate all'interno dell'impianto chimico di Azot, che viene bombardato senza sosta

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli