Donna di 30 anni muore dopo aver pulito la cucina con prodotti contenenti ammoniaca

Huffington Post

Una donna spagnola di 30 anni è morta a causa di una probabile intossicazione dopo aver pulito per due ore la sua cucina con prodotti contenenti ammoniaca. Il fatto è accaduto a Madrid: la donna ha chiamato il numero per le emergenze alle 3 del pomeriggio dicendo di sentirsi svenire. Quando i vigili del fuoco sono arrivati a casa sua, però, nessuno ha aperto la porta: la giovane giaceva per terra, preda di un arresto cardiaco. I paramedici hanno provato per 30 minuti a rianimarla ma non c'è stato nulla da fare.

"Tutto fa pensare ad un'intossicazione da inalazione di ammoniaca", ha spiegato un portavoce dell'Agenzia di sicurezza di Madrid. L'ammoniaca si trova comunemente nei prodotti per la pulizia di vetri, forni e bagni. Esporsi ad alte concentrazioni di questa componente chimica può portare a sperimentare alcuni sintomi, come bruciore degli occhi, del naso e della gola. Ma a risentirne - in maniera grave - potrebbero essere anche polmoni, cuore e cervello.

Nonostante un'esposizione simile non sia mai consigliabile, i casi di morte a seguito dell'uso di prodotti per l'igiene della casa sono rari. Questo perché tali prodotti sono sì formati da ammoniaca, ma in forma diluita. Sono i prodotti industriali ad averne maggiori concentrazioni. Meglio starne alla larga, dunque, o utilizzarli non a lungo. Tutte quelle persone che soffrono già di problemi legati a cuore e ai polmoni dovrebbero inoltre prestare particolare attenzione per evitare di essere vittime di incidenti simili.

Continua a leggere su HuffPost