Donna di 44 anni si rifugia in Toscana per non essere arrestata violando la quarantena

·3 minuto per la lettura
Arresto
Arresto

Una donna di 44 anni positiva al coronavirus è scappata da Roma, recandosi in Toscana per evitare di essere arrestata. La fuggitiva è, poi, stata fermata dalle forze dell’ordine mentre faceva ritorno nella capitale per partecipare al compleanno della figlia.

Positiva al Covid viola la quarantena: la fuga in Toscana

Nei mesi scorsi, una coppia di coniugi italiani era stata segnalata alle autorità e condannata a scontare sei anni di reclusione per il reato di estorsione. In questa circostanza, il marito era stato dapprima posto agli arresti domiciliari e, successivamente, nella giornata del 29 marzo 2021, ne era stato disposto l’arresto. Mentre l’uomo veniva trasferito in carcere, tuttavia, la moglie ha tentato di sfuggire al medesimo arresto, nascondendosi a Montecatini Terme, comune in provincia di Pistoia, in Toscana.

La 44enne, infine, è stata intercettata dagli agenti del IX Distretto Esposizione che hanno rispettato l’ordine di carcerazione precedentemente diramato dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Velletri.

Positiva al Covid viola la quarantena: la scoperta del contagio

Nel frangente in cui le forze dell’ordine erano impegnate a rintracciare la fuggitiva, è emerso un importante particolare mai reso noto dai coniugi. In seguito al trasferimento in carcere del marito, infatti, gli inquirenti hanno scoperto che, al momento dell’arresto, l’uomo era in attesa di ricevere l’esito del tampone molecolare al fine di scoprire se avesse o meno contratto il SARS-CoV-2. La donna, invece, era già risultata positiva al Covid senza, però, darne alcuna comunicazione.

Allontanandosi da Roma, quindi, la 44enne non stava soltanto scappando dalle autorità ma stava anche violando le norme legate all’isolamento che le erano state imposte dall’Asl locale. Un simile comportamento ha messo a rischiotutte le persone che sono entrate in contatto con lei durante il suo viaggio dal Lazio alla Toscana e che hanno rischiato di infettarsi o, in assenza di informazioni in merito, che potrebbero effettivamente essersi contagiate.

Positiva al Covid viola la quarantena: l’arresto

La Polizia di Stato ha appreso del tampone molecolare dell’uomo e della positività al Covid della donna soltanto con il procedere delle indagini e delle ricerche attuate su territorio nazionale per trovare la 44enne. Per questo motivo, arrestando il marito e procedendo con interrogatori e accertamenti, gli agenti si sono inconsapevolmente esposti al pericolo di contrarre il coronavirus.

Intanto, le verifiche effettuate per rintracciare la ricercata hanno coinvolto familiari e amici: procedendo nelle ricerche, poi, gli inquirenti hanno scoperto che la donna si era spostata in Toscana e che sarebbe rientrata a Roma in occasione del compleanno di una delle sue figlie. Proprio il rientro della 44enne per la festa ha portato la polizia a monitorare tutti i treni provenienti da Firenze e diretti verso la capitale: dopo aver individuato quello usato dalla fuggitiva, gli agenti sono saliti alla stazione di Roma Tiburtina e hanno fermato la donna in prossimità della stazione di Roma Termini.

Attualmente, la signora è stata trasferita presso il carcere di Rebibbia per scontare la pena di sei anni di reclusione emessa nei suoi confronti e condivisa con il coniuge.