Donna di 47 anni percepisce la pensione del padre morto: 47enne condannata per truffa

47enne percepisce pensione padre
47enne percepisce pensione padre

Il padre era morto da cinque anni, ma la figlia di 47 anni aveva continuato a ricevere la pensione come se nulla fosse. I fatti risalgono al periodo compreso tra il 2012 e il 2017, ma sono diventati di dominio pubblico solo nelle scorse ore quando il Tribunale di Roma si è pronunciato circa la condanna della donna che ora dovrà restituire la somma percepita in modo indebito nel corso degli anni.

47enne percepisce la pensione del padre: dovrà restituire i soldi

La sentenza del tribunale di Roma è arrivata nella mattinata di venerdì 11 novembre. Stando a quanto riporta la testata “La Repubblica”, la 47enne riusciva a ricevere l’assegno del padre in quanto non aveva comunicato l’avvenuto decesso del genitore. Oltre a ciò, secondo quanto viene mosso dall’accusa, la donna avrebbe falsificato la firma del padre al fine di richiedere le detrazioni per i familiari a carico oltre ad aver anche richiesto la variazione dell’accredito della pensione.

Il processo e la condanna

La donna, nel corso di questi cinque anni, è riuscita a ricevere un importo pari a 113mila euro. Nel processo INPS è comparso come parte civile. Inizialmente chiesti dal pm due anni e due mesi di reclusione, la 47enne è stata condannata a un anno e undici mesi con sospensione della pena e restituzione della somma.