Donna di 60 riceve 4 dosi Pfizer: "Si è molto spaventata"

·2 minuto per la lettura
Quattro dosi Pfizer Livorno
Quattro dosi Pfizer Livorno

In Toscana si è verificato un altro caso di sovradosaggio nella somministrazione dei sieri anti Covid: una donna di 60 anni ha ricevuto quattro dosi di vaccino Pfizer al posto di una. La notizia giunge a pochi giorni di distanza dal caso di Virginia, la studentessa di 23 anni che a Massa Carrara è stata vaccinata con dosi superiori al previsto.

Quattro dosi Pfizer a Livorno

L’episodio si è verificato nell’hub allestito al Modigliani Forum della cittadina toscana. Una donna di 60 anni recatasi nei giorni scorsi per sottoporsi alla vaccinazione ha ricevuto per errore un quantitativo di vaccino di quattro volte superiore a quello normalefa. La signora risulta in buone condizioni di salute ed è sotto stretta sorveglianza della Asl dal giorno dell’inoculazione della superdose.

L’azienda sanitaria loale ha avviato un’indagine interna per capire cosa sia successo e convocato una conferenza stampa per fornire ulteriori dettagli sulla vicenda. Il punto si terrà alle 12:30 di martedì 18 maggio.

Quattro dosi Pfizer a Livorno: “Gli operatori si sono spaventati”

Dall’hub vaccinale hanno spiegato che “la signora si è molto spaventata così come i nostri stessi operatori. La donna si è preoccupata subito che non ci fossero conseguenze e l’abbiamo rassicurata. A parte il primo momento, tutti sono stati comprensivi e hanno capito che la cosa purtroppo può succedere“.

Nei grossi numeri, hanno continuato, possono succedere anche eventi di questo tipo. L’obiettivo è quello di far tendere il più possibile a zero la possibilità che si verifichino eventi di questo tipo e cercare di azzerare questo rischio. “Prenderemo spunto da quanto accaduto per introurre ulteriori elementi di sicurezza rispetto a quelli che già esistono“, hanno concluso.

Quattro dosi Pfizer a Livorno: caso analogo dieci giorni prima

Soltanto pochi giorni prima, il 9 maggio, l’hub vaccinale di Massa Carrara aveva compiuto lo stesso errore su una ragazza di 23 anni. La madre ha fornito degli aggiornamenti sulle sue condizioni di salute spiegando che allo stato attuale la figlia ha continui giramenti di testa, lividi sulle gambe e un basso livello di piastrine. La giovane verrà seguita dal virologo Fabrizio Pregliasco che la visiterà per la prima volta venerdì 21 maggio e ha voluto rassicurare sull’assenza di possibili danni. Già nelle sperimentazioni, ha spiegato, sono state inoculate dosi superiori e anche in Germania si sono verificati otto casi analoghi senza particolari conseguenze.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli