Donna sbranata da 5 lupi cecoslovacchi: assolta la figlia

Lupi
Lupi

Mariangela Zaffino, di 74 anni, è stata sbranata dai 5 lupi cecoslovacchi della figlia, che l’aveva lasciata sola con loro. La donna è stata assolta dall’accusa di omicidio colposo.

Donna sbranata da 5 lupi cecoslovacchi: assolta la figlia

Il 18 dicembre 2020 Mariangela Zaffino, una donna di 74 anni, è stata sbranata da cinque lupi cecoslovacchi. I cani erano della figlia, Simona Spataro, che quel giorno aveva lasciato gli animali da soli in casa con sua madre, che era anziana e inferma. La donna era finita sotto processo con l’accusa di omicidio colposo, perché non avrebbe dovuto lasciare la madre anziana da sola con cinque cani. Oggi, venerdì 6 maggio, il Tribunale ha deciso di assolverla con formula piena. “Il fatto non sussiste” è stato stabilito. Il pm Francesca Traverso aveva chiesto uan condanna di 8 mesi di reclusione.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Animali selvatici in città, chi chiamare?

La vicenda

L’episodio era avvenuto in un’abitazione di 50 metri quadrati in via Boves, a Grugliasco, dove madre e figlia vivevano con i cinque lupi. Quel giorno la donna era andata a lavoro, lasciando la madre anziana sola con i cani, che l’hanno sbranata. Secondo il magistrato, i cani erano tenuti in uno spazio “non idoneo”, in quanto troppo piccolo per soddisfare le esigenze di quella razza. Azzannando la vittima si erano comportati come un branco, esattamente come i lupi. Simona Spataro ha sempre difeso i suoi animali, che sono rimasti a lungo sotto sequestro, seguiti da esperti comportamentalisti. Per evitare che venissero abbattuti, la proprietaria ha deciso di trasferirli in una struttura di Macerata a sue spese. Una consulenza della Procura ha stabilito che non possono vivere in un ambiente casalingo e in branco e che hanno bisogno di un percorso rieducativo e riabilitativo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli