Donna trovata senza vita nella vasca da bagno: il fidanzato confessa

polizia

Roberta Perillo è la giovane donna di 32 anni trovata morta nella vasca da bagno del suo appartamento a Foggia. Il fidanzato della vittima Francesco D’Angelo, a poche ore dal femminicidio, era andato in questura insieme al padre per confessare le sue colpe. L’uomo di 37 anni, però, si trovava in stato confusionale: secondo le prime informazioni, inoltre, farebbe uso di farmaci. Mentre sono in corso le indagini e i rilievi sul caso, il fidanzato è finito in manette.

Femminicidio a Foggia

Nel pomeriggio di giovedì 11 luglio, in un appartamento nel centro cittadino di San Severo, in provincia di Foggia, una donna di 32 anni ha perso la vita. Il corpo di Roberta Perillo è stato trovato senza vita nella vasca da bagno: a ucciderla sarebbe stato il fidanzato Francesco, che ha confessato l’omicidio alla polizia. Infatti, l’uomo si era recato in Questura con il padre dopo aver compiuto il gesto: nonostante lo stato confusionale ha confessato il delitto. L’uomo, inoltre, avrebbe spiegato le dinamiche dell’accaduto. Secondo le prime informazioni sarebbe avvenuto un litigio tra i due fidanzati e questa lite sarebbe culminata nel femminicidio.

Le indagini

Gli inquirenti stanno ora effettuando i rilievi nell’appartamento di via Rodi, mentre attendono altre informazioni dal reo confesso. Si cerca di capire il tempo intercorso tra l’omicidio e la confessione. Inoltre, anche il medico legale e la polizia scientifica si sono recati sul posto per una prima ispezione cadaverica. Il pm di turno è stato informato sull’accaduto e si attendono sviluppi.