Donna torinese multata perché getta l'immondizia ma è in quarantena

·1 minuto per la lettura
donna torino getta immondizia
donna torino getta immondizia

L’immondizia più costosa che si trovi in circolazione è toccata ad una donna torinese di 65 anni che è stata multata per 400 euro e si è presa una denuncia per epidemia colposa. La donna, residente nel quartiere torinese di Mirafiori era in isolamento domiciliare dopo che sia il marito che il figlio erano stati ricoverati per il covid. Quindi doveva rimanere chiusa in casa in attesa di qualcuno che la aiutasse a svolgere anche le faccende domestiche più elementari, come gettare l’immondizia.

Donna in quarantena esce, multata

La donna quindi ha pensato bene di dare un’interpretazione personale alle norme, nazionali e locali, che decretano la quarantena di chi è stato stabilito resti confinato nel suo domicilio o presso la propria abitazione per evitare ogni contatto e costituire un potenziale contagio. E’ uscita insomma a gettare l’immondizia, un gesto banale che le costerà carissimo, come già detto. Naturalmente i vicini di casa hanno denunciato il fatto alla Polizia.

I vicini chiamano la Polizia

Secondo i vicini non si è trattato di un caso isolato ma di una vera e propria libera uscita della donna che non si è limitata a compiere il percorso tra la porta di casa e la pattumiera, andate e ritorno, una volta sola ma si è dilungata per passeggiare negli spazi comuni del condominio più di una volta, con una certa frequenza, quindi. Lei si difende: “Sono solo degli spioni. Sono positiva ma asintomatica, quindi posso uscire di casa almeno per buttare l’immondizia“. Ma i provvedimenti del governo non prevedono questa facoltà e la sanzione, salatissima, è arrivata puntuale.