Donna uccisa a colpi di pistola, il marito: “Le ho sparato per errore”

donna uccisa

Una donna di 46 anni è la vittima del drammatico omicidio avvenuto a Ostuni: Giovanna De Pasquale è stata uccisa a colpi di pistola nella sua abitazione e stando a quanto si apprende il marito sarebbe in stato di fermo. Proprio lui avrebbe esploso i colpi che hanno ferito mortalmente la compagna. L’uomo era già noto alle forze dell’ordine per precedenti. Stando alle prime informazioni il colpo sarebbe partito per errore mentre l’uomo puliva l’arma, detenuta illegalmente. Le indagini sono in corso.

Donna uccisa a colpi di pistola

I fatti risalgono alla tarda serata di giovedì 9 gennaio in una villetta di Ostuni. La coppia si trovava in casa quando l’uomo ha preso in mano la pistola per pulirla. All’improvviso però dall’arma sarebbero partiti alcuni colpi che hanno raggiunto la donna ferendola al braccio e al torace. Il marito è stato subito fermato e ha riferito la sua versione agli inquirenti, che stanno ora verificando le sue parole. Sarà l’esame del medico legale a chiarire se ad ucciderla sia stata una sola pallottola o più di una. L’accusa a carico dell’uomo, al momento, è detenzione illegale di armi e munizioni, ma la sua posizione potrebbe aggravarsi.

Indagini in corso

Accertata la morte della donna, il corpo è stato trasferito al cimitero comunale di Ostuni in attesa dell’esame autoptico. Il marito è stato fermato dagli inquirenti che stanno ora svolgendo le indagini. I rilievi sono stati compiuti dalla Squadra Mobile in coordinamento con la Polizia scientifica. Sarà necessario in primis verificare che la versione dell’uomo, che racconta di aver “sparato per errore” sia veritiera.