Donna uccisa a coltellate a New York: ritrovata in un borsone

·1 minuto per la lettura
new york donna uccisa
new york donna uccisa

Macabro omicidio a New York: il corpo privo di vita di una donna è stato ritrovato all’interno di un borsone, dilaniato da 58 coltellate. Era sposata con un figlio.

Donna uccisa da 58 coltellate a New York

Un borsone trovato all’angolo di una strada nel Queens, quartiere newyorkese, con all’interno il corpo di una donna dilaniata da 58 coltellate. Dalla borsa partiva una striscia di sangue che andava fino ad una casa vicina dove la vittima abitava, assieme al marito e ai figli. Questa la macabra scoperta fatta sabato 16 aprile dalla polizia di New York.

Il ritrovamento è stato opera di un passante, all’angolo tra Metropolitan Avenue e Jackie Robison Parkway, che ha subito chiamato il 911. Una volta sul posto gli agenti hanno appreso della tragica morte.

La ricostruzione dell’omicidio

La donna è stata uccisa da decine di coltellate al torace, al collo e alle braccia. Una lunga scia rossa, segno del trascinamento da parte del killer, arrivava fino a un edificio di Juno Street, a circa ottocento metri di distanza dal ritrovamento del corpo. La vittima si chiamava Orsolya Gaal, aveva 51 anni.

Secondo la ricostruzione, la donna era uscita la sera con delle amiche, dove avrebbe incontrato un uomo che probabilmente è il suo assassino. Nell’abitazione non c’erano segni di scasso, il che fa presumere che conoscesse l’omicida. Nell’appartamento c’era anche il figlio di 13 anni, che dormiva e non si è accorto di niente.

Dopo l’omicidio è stato inviato al marito dal cellulare della vittima un messaggio di avvertimento «Il prossimo è l’intera famiglia».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli