Tromba d'aria a Fiumicino, muore 27enne

webinfo@adnkronos.com
Una ragazza di 27 anni ha perso la vita nella zona di Focene, nel comune di Fiumicino, a causa di una tromba d'aria. La vittima è Noemi Magni, figlia di Franco Magni, conosciutissimo in zona per essere il proprietario del CoCo Bongo Beach. La ragazza era uscita per comprare le sigarette quando è stata investita dal forte vento mentre si trovava a bordo della sua auto in via Coccia di Morto, adiacente all'aeroporto. Secondo quanto scritto su Facebook dal sindaco di Fiumicino Esterino Montino, "la violenza della tromba d'aria ha sollevato l'auto che viaggiava su via Coccia di Morto sbattendola prima sul guard rail, poi oltre il canale di bonifica sfondando la staccionata della pista ciclabile e, infine, contro la rete dell'area aeroportuale. Ora l'auto, che ha sfondato anche la rete della recinzione, è dentro il sedime aeroportuale. Per la giovane donna, purtroppo, non c'è stato nulla da fare e il suo corpo è stato portato all'obitorio per gli accertamenti necessari", si legge nel post.Appena appresa la notizia, questa mattina all'alba, il primo cittadino si è subito recato a Focene dove ha incontrato i genitori della ragazza, "comprensibilmente affranti dal dolore. A loro e a tutti quelli che la conoscevano -scrive Montino- va il mio più caloroso abbraccio e la mia più sincera vicinanza per la tragedia che li ha colpiti".  "La tromba d'aria ha fatto moltissimi altri danni - spiega il sindaco - colpendo una ventina di case circa. Una di queste è stata completamente distrutta. Ci sono alberi divelti, calcinacci, recinzioni abbattute, auto danneggiate ovunque. Una situazione gravissima: sembra un teatro di guerra. Prima di tutto per quello che è successo alla povera ragazza e poi per i tantissimi danni". Dopo la riunione del Comitato operativo comunale composto da assessori, Polizia locale, Vigili del fuoco e Carabinieri, Montino ha annunciato di aver "emesso un'ordinanza con cui avviamo le procedure per chiedere che la Regione riconosca lo stato di calamità, soprattutto per Focene". "Per rispetto alla memoria della ragazza deceduta questa mattina e al dolore della sua famiglia, - ha poi aggiunto Montino - tutte le attività culturali e di intrattenimento previste per oggi sul territorio comunale sono sospese. Inoltre, nel giorno dei funerali della giovane donna, sarà proclamata una giornata di lutto cittadino". "L'allerta meteo non è rientrata - conclude il sindaco -. Nelle prossime ore continuerà la pioggia e soprattutto il forte vento che è la cosa che ci preoccupa di più. Per queste ragioni raccomando a tutti la massima prudenza e cautela. Non uscite di casa e rimanete quanto più possibile al riparo".

Una ragazza di 27 anni ha perso la vita nella zona di Focene, nel comune di Fiumicino, a causa di una tromba d'aria. La vittima è Noemi Magni, figlia di Franco Magni, conosciutissimo in zona per essere il proprietario del CoCo Bongo Beach. La ragazza era uscita per comprare le sigarette quando è stata investita dal forte vento mentre si trovava a bordo della sua auto in via Coccia di Morto, adiacente all'aeroporto. 

Secondo quanto scritto su Facebook dal sindaco di Fiumicino Esterino Montino, "la violenza della tromba d'aria ha sollevato l'auto che viaggiava su via Coccia di Morto sbattendola prima sul guard rail, poi oltre il canale di bonifica sfondando la staccionata della pista ciclabile e, infine, contro la rete dell'area aeroportuale. Ora l'auto, che ha sfondato anche la rete della recinzione, è dentro il sedime aeroportuale. Per la giovane donna, purtroppo, non c'è stato nulla da fare e il suo corpo è stato portato all'obitorio per gli accertamenti necessari", si legge nel post.Appena appresa la notizia, questa mattina all'alba, il primo cittadino si è subito recato a Focene dove ha incontrato i genitori della ragazza, "comprensibilmente affranti dal dolore. A loro e a tutti quelli che la conoscevano -scrive Montino- va il mio più caloroso abbraccio e la mia più sincera vicinanza per la tragedia che li ha colpiti".  

"La tromba d'aria ha fatto moltissimi altri danni - spiega il sindaco - colpendo una ventina di case circa. Una di queste è stata completamente distrutta. Ci sono alberi divelti, calcinacci, recinzioni abbattute, auto danneggiate ovunque. Una situazione gravissima: sembra un teatro di guerra. Prima di tutto per quello che è successo alla povera ragazza e poi per i tantissimi danni". 

Dopo la riunione del Comitato operativo comunale composto da assessori, Polizia locale, Vigili del fuoco e Carabinieri, Montino ha annunciato di aver "emesso un'ordinanza con cui avviamo le procedure per chiedere che la Regione riconosca lo stato di calamità, soprattutto per Focene". "Per rispetto alla memoria della ragazza deceduta questa mattina e al dolore della sua famiglia, - ha poi aggiunto Montino - tutte le attività culturali e di intrattenimento previste per oggi sul territorio comunale sono sospese. Inoltre, nel giorno dei funerali della giovane donna, sarà proclamata una giornata di lutto cittadino". 

"L'allerta meteo non è rientrata - conclude il sindaco -. Nelle prossime ore continuerà la pioggia e soprattutto il forte vento che è la cosa che ci preoccupa di più. Per queste ragioni raccomando a tutti la massima prudenza e cautela. Non uscite di casa e rimanete quanto più possibile al riparo".