Confessa omicidio dopo controllo casuale: "Il cadavere è nel bosco"

Il corpo di una donna di 48 anni è stato trovato in un sacco a pelo a Lomazzo, in provincia di Como. Secondo quanto appreso dall’Ansa a ucciderla sarebbe stato il compagno che, fermato casualmente a Milano, ha confessato l’omicidio e ha condotto la polizia sul posto.

L’uomo, un 45enne clandestino di origini marocchine, ha confessato di aver ucciso la compagna al termine di un litigio. Fermato casualmente durante un controllo antidroga a piazzale Lugano dalla polizia municipale di Milano,appena è stato avvicinato dai poliziotti ha detto "sono stato io a farlo". A quel punto gli è stato chiesto a cosa si riferisse e ha confessato di aver maltrattato e ucciso la compagna, il cui corpo è stato poi infilato in un sacco a pelo e nascosto nell'area boschiva.

Al momento il 45enne è in stato di fermo nella caserma dei carabinieri di Cantù'. Sono in corso approfondimenti per ricostruire l'esatta dinamica