Donna uccisa nel Maceratese: arrestati figlia e nipote

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 12 feb. (askanews) - Sarebbero state la figlia e il nipote a uccidere Rosina Carsetti la sera della vigilia di Natale in una villetta di Montecassiano, nel Maceratese. La svolta nelle indagini è arrivata questa mattina, con l'arresto di Arianna Orazi ed Enea Simonetti (rispettivamente figlia e nipote della vittima) da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Macerata per omicidio volontario premeditato pluriaggravato dalla minorata difesa della vittima.

I due presunti responsabili avevano tentato di depistare le indagini sostenendo che a uccidere la donna fosse stato un uomo mascherato nel corso di una rapina finita in tragedia. Per questo rispondono entrambi anche di concorso in simulazione di rapina. Ad Orazi è stata contestata anche l'aggravante di aver diretto ed organizzato i complici e di aver maltrattato in danno dell'anziana madre.

Secondo la ricostruzione del pm Vincenzo Carusi e del procurarore di Macerata Giovanni Giorgio, anche il marito della vittima avrebbe rivesitito un ruolo nel delitto. Per l'uomo, Orazi Enrico, non è tuttavia scattata nessuna misura di custodia cautelare.