Donnafugata, terzo cd con samba siciliana

·2 minuto per la lettura

MILANO (ITALPRESS) - "Entro l'anno uscirà il mio nuovo cd, il terzo da quando ho iniziato a coltivare la passione del canto. Il nostro Fragore? Profondo ed elegante come "Libertango" di Piazzolla". A raccontarlo in esclusiva a New Normal Live, il talk in onda su LinkedIn condotto da Filippo Poletti e Monica Bormetti, è José Rallo, CEO di Donnafugata. Era il 2004 quando la titolare della casa vitivinicola siciliana pubblicò il primo cd "Donnafugata Music&Wine": nel 2007 il bis, inciso con la The Brass Group e i fiati dell'Orchestra Jazz Siciliana. Il 2021 - annuncia online la manager - "sarà l'anno del tris. Non c'è due senza tre: all'interno del cd ci saranno tanti brani, "bianchi" e "rossi"".

Gran fermento, dunque, a Marsala, dove ha sede l'azienda attiva dal 1983: "Fin da giovane - svela l'imprenditrice-artista - ho iniziato a praticare la musica. Ho incominciato a farlo da autodidatta in un coro polifonico, eseguendo musiche di Palestrina e tanti altri grandi compositori del repertorio classico. Poi, stimolata da mio marito, Vincenzo Favara, percussionista, ho studiato canto: insieme abbiamo dato vita al progetto di "Donnafugata Music&Wine", avviato nel 2004 con l'incisione del primo cd". Il cd, infatti, vede la presenza della coppia, accompagnata dall'armonicista Giuseppe Milici, dal pianista Diego Spitaleri, dal bassista Filippo Rizzo e dal batterista Gianpaolo Terranova. Nel corso degli ultimi 7 anni la CEO di Donnafugata si è esibita in celebri locali della musica live come il Blue Note di Milano nel 2004 e il Blue Note di New York nel 2005: memorabile anche il concerto svoltosi nel museo dell'Acropoli di Atene nel 2019.

La "vendemmia musicale" del 2021 sarà all'insegna dell'ecletticità: "Sarà una collezione di brani che andranno dalla musica popolare siciliana al jazz, fino alla musica brasiliana. Nell'album ci sarà anche una samba sicula dedicata all'amore", spiega José Rallo a New Normal Live. "Musica e vino è un abbinamento perfetto. Se il nostro rosso fosse Mille e una notte, sarebbe "Sicily" di Pino Daniele. Il nostro Fragore? Un tango argentino di Piazzolla, "Libertango"".

Guardando al futuro, Donnafugata si prepara a proseguire la collaborazione con Dolce & Gabbana, avviata nel 2020. Altrettanta attenzione sarà riservata all'e-commerce, introdotto nel corso della pandemia, così come alla ripresa delle visite in cantina: "Ogni anno accoglievamo 10 mila persone e offrivamo 30 mila assaggi al Vinitaly. A questo si aggiunge il fatto che fatturavamo due terzi con la ristorazione: ci siamo dovuti reinventare e siamo pronti a ripartire, aprendoci a nuove collaborazioni sul fronte commerciale". E proprio in tema di collaborazioni José Rallo esprime a New Normal Live un grande desiderio: "Sono una sportiva e sono a favore della moderazione anche nel consumo del vino. Donnafugata non ha mai sponsorizzato uno sportivo: mi piacerebbe avere come testimonial Federer, perché è un campione elegante, stakanovista e attento ai particolari".

(ITALPRESS).

mgg/com

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli