Donne prese a pugni alla stazione di Lecco: arrestato l’aggressore

donne prese a pugni

L’aggressore è accusato di lesioni continue e aggravate per futili motivi ai danni di due donne, una ragazza di 18 anni e una signora di 55. L’episodio si è verificato nel sottopasso della stazione di Lecco: le due donne sono state prese a pugni da un giovane del Togo incastrato dalle riprese delle telecamere. Dopo una prima disposizione agli arresti domiciliari, l’aggressore è stato prelevato dall’ospedale dove era ricoverato dalla Polizia ferroviaria e trasferito in carcere. Gli agenti, da quanto si apprende, avrebbero fermato l’uomo nella giornata di ieri, giovedì 12 settembre. Su di lui era stata disposta una perizia psichiatrica per verificare lo stato mentale.

LEGGI ANCHE: Inventa tentato stupro per non fare l'esame, rischia denuncia

Donne prese a pugni a Lecco

Le telecamere di sicurezza del sottopasso della stazione ferroviaria di Lecco documentano la situazione. Due donne sono state prese a pugni da un uomo originario del Togo. La prima, una giovane di 18 anni, sarebbe stata spinta e fatta cadere a terra. Una seconda signora, di 55 anni, invece, avrebbe ricevuto un pugno sul volto poco prima e avrebbe perso i sensi. L’autore delle due aggressioni è stato individuato dagli agenti della Polfer che hanno provveduto all’arresto dell’uomo che stava per salire su un autobus per dileguarsi. Il giovane è risultato irregolare sul territorio italiano e con precedenti. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Lecco aveva disposto una custodia cautelare per l’uomo, proposta anche dal pm. In seguito gli agenti lo hanno arrestato e trasferito in carcere. L’aggressore, infine, viveva con la madre e la sorella a Lecco già da qualche anno.