Doping: Tas, ridotta la pena a Coleman, ma niente Giochi

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 apr. (Adnkronos) – Il Tas ha ridotto la squalifica per doping dello sprinter Christian Coleman da due anni a 18 mesi. Il campione mondiale in carica dei 100m non potrà comunque partecipare alle Olimpiadi di Tokyo questa estate in quanto la squalifica si estenderà sino al 14 novembre. Nonostante questo, potrà difendere il suo titolo mondiale indoor e outdoor il prossimo anno.

Coleman, che aveva vinto i 100 m ai Campionati del Mondo di Doha nel 2019, era stato temporaneamente sospeso per la prima volta nel giugno 2020 dopo aver collezionato la terza violazione al sistema delle reperibilità nel dicembre del 2019.