Dopo aver consumato un risotto ai funghi, due coppie finiscono in ospedale

ospedale risotto funghi
ospedale risotto funghi

A Sassari, quattro persone – dopo aver mangiato un risotto coi funghi porcini – sono finite in ospedale. La prima coppia coinvolta nell’incidente era composta da due settantenni, accompagnati in ospedale da un parente. La seconda di due ottantenni, invece, è stata trasportata in ambulanza. Scattato così, per entrambi i casi distinti, il protocollo da intossicazione da funghi. 

Quattro persone in ospedale dopo aver mangiato un risotto ai funghi: i sintomi

In tutte e due le circostanze, le coppie hanno manifestato dei sintomi a carico dell’apparato gastrointestinale: vomito continuo, dolori addominali intensi e forte senso di nausea. Sopraggiunti in pronto soccorso, in preda a vomito e dissenteria, i pazienti sono stati dimessi in buone condizioni di salute.

Quali potrebbero essere le cause

I motivi a monte che avrebbero causato l’intossicazione potrebbero essere collegati alle temperature anomale autunnali, di fatto fin troppo elevate rispetto al solito. Pietro Murgia, responsabile dell’ispettorato Micologico della ASL di Sassari, a tal proposito, ha lanciato un appello: “La nostra consulenza è fondamentale non solo per riconoscere un fungo tossico o velenoso, ma per ricevere dritte e consigli riguardo la consumazione del prodotto”.

Ha poi aggunto: “Successivamente alle piogge che abbiamo avuto a metà ottobre, che hanno fatto spuntare i primi funghi, è tornato il caldo che ha disidratato i funghi che erano ancora presenti nei boschi. Conservano un bell’aspetto ma all’interno sono spesso larvati e decomposti”.

La ASL di Sassari invita quindi la cittadinanza ad agire con premura e buon senso, contattando il micologo dell’azienda prima di consumare i funghi.