Dopo Covid allarme influenza aviaria nell'uomo: il primo caso in Cina

Dopo Covid allarme influenza aviaria nell'uomo: il primo caso in Cina. (Photo by Zhai Huiyong/VCG via Getty Images)
Dopo Covid allarme influenza aviaria nell'uomo: il primo caso in Cina. (Photo by Zhai Huiyong/VCG via Getty Images)

Nuovo allarme in Cina, alle prese con i tentativi di contenimento di nuovi casi di Covid. Dopo le notizie del duro lockdown a Shanghai e le prime chiusure anche a Pechino, arriva la conferma del primo caso umano di influenza aviaria del ceppo H3N8. Ma le autorità hanno rassicurato che è basso il rischio di trasmissione tra le persone.

A risultare positivo è un bambino di quattro anni che vive nella provincia centrale di Henan. Il piccolo, la cui famiglia alleva polli in casa e vive in una zona popolata da anatre selvatiche, è stato ricoverato all'inizio di aprile con febbre e altri sintomi.

LEGGI ANCHE: Senegal, allarme influenza aviaria: ha già ucciso 750 pellicani

La Commissione Nazionale per la Salute cinese ha tenuto a precisare che il caso del bambino è stato una "trasmissione incrociata di una sola specie, e il rischio di una trasmissione su larga scala è basso". Infatti, come ha affermato la Commissione, i test eseguiti sui contatti stretti del piccolo non hanno rilevato "anomalie".

La circolazione dell'H3N8 è stata riscontrata per la prima volta nel 2002 negli uccelli acquatici del Nord America. Il ceppo è noto per infettare cavalli, cani e foche, ma non è stato precedentemente rilevato negli esseri umani.

GUARDA ANCHE: Francia: un milione di anatre condannate a causa dell’influenza aviaria

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli