Dopo il loro decesso lo ha lanciato il Direttore generale della Ulss di Treviso Francesco Benazzi

·2 minuto per la lettura
L'appello di un medico per preservare gli anziani dall'attacco del Covid
L'appello di un medico per preservare gli anziani dall'attacco del Covid

Un accorato appello dopo il caso delle anziane contagiate dai figli no vax, dopo il loro decesso lo ha lanciato il Dg della Ulss 9 di Treviso Francesco Benazzi. Ha spiegato il dirigente medico: “Vaccinatevi contro il Covid per voi ma anche per proteggere i vostri genitori e i vostri nonni”. L’appello di Benazzi è quanto mai urgente e tempestivo, dato che, come spiegano i media locali, negli ospedali di Treviso e Vittorio Veneto sono morte due anziane di 89 e 93 anni contagiate dai figli no vax.

Contagiate dai figli no vax e morte: una non era vaccinata e all’altra mancava la dose booster

E purtroppo non sarebbe il solo caso di soggetti deboli contagiati a causa della posizioni contrarie o attendiste in merito al vaccino ant covid di alcuni loro congiunti. Spiegano i media locali che delle due anziane decedute per complicazioni legate al covid la prima non si era vaccinata, la seconda sì ma non aveva ancora effettuato la dose booster ed era parzialmente scoperta in quanto ad immunizzazione perché dalla seconda dose erano trascorsi più di sei mesi.

Le due anziane contagiate nelle loro abitazioni dai figli “no vax” o comunque reticenti

E nelle loro abitazioni il cvoid era arrivato attraverso le persone a loro più vicine. In entrambi i casi è scoppiato un focolaio in ambito familiare e per i figli è scattato l’isolamento. Le due donne erano state portate d’urgenza in ospedale, dove erano morte. Ha spiegato Benazzi, ribadendo un concetto che ormai dovrebbe essere chiaro a tutti: “Gli anziani sono i più esposti: con il passare dei mesi gli anticorpi vanno in picchiata”.

Rischi “in aumento esponenziale” se in casa ci sono no vax, il caso delle due anziane contagiate dai figli

“In caso di presenza di pluri-patologie, poi, purtroppo si può morire in seguito a un’infezione da Covid come per l’influenza”. E ancora: “Di certo quando in casa ci sono persone non vaccinate i rischi aumentano in modo esponenziale per tutti i familiari che hanno con loro rapporti stretti e costanti”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli