Dopo il pronunciamento della Corte Suprema su dove e con chi debba vivere il piccolo superstite

Il 3 dicembre Eitan sarà in Italia
Il 3 dicembre Eitan sarà in Italia

Eitan, piccolo superstite della strage del Mottarone, tornerà in Italia il 3 dicembre insieme alla zia paterna dopo il pronunciamento della Corte Suprema di Tel Aviv su dove e con chi debba vivere il piccolo e dopo un lunghissimo braccio di ferro con la parte della sua famiglia che vive in Israele.

Mottarone, Eitan in Italia il 3 dicembre: diventa esecutiva la sentenza della Suprema

La corte aveva pienamente riconosciuto le ragioni già espresse dal Tribunale della Famiglia a cui i nonni di Eitan avevano opposto ricorso ed aveva certificato la fattispecie penale della sottrazione di minore. Attribuibile a chi? Al nonno materno, che lo scorso 11 settembre aveva rapito il bambino da Pavia con la complicità di un amico poi arrestato ed attualmente con obbligo di firma.

Eitan sarà di nuovo in Italia il 3 dicembre: il piccolo superstite del Mottarone era stato rapito dal nonno

Si tratta di Gabriel Alon Abutbul, indagato dalla Mobile di Pavia e bloccato a Cipro. Sul nonno stesso, Shmuel Peleg, grava un mandato d’arresto internazionale con le accuse di sequestro di persona, sottrazione e trattenimento di minore all’estero e appropriazione indebita del passaporto del bambino.

Il prossimo 3 dicembre ed a sei mesi dalla strage del Mottarone Eitan sarà in Italia con la zia Aya Biran

Eitan tornerà in custodia di Aya Biran, che vuole adottarlo e sui cui pende una denuncia in Italia dei nonni materni per presunte inottemperanze al suo ruolo di tutrice. I giudici hanno concesso ai nonni in Israele la possibilità di salutare il loro nipotino, che il 3 dicembre rientrerà a Travacò Siccomario dove vive insieme in casa dello zio Or Nirko.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli