Dopo le restrizioni ai no-vax, boom di prenotazioni in Francia

·1 minuto per la lettura

AGI - In Francia la decisione di imporre restrizioni ai non vaccinati ha provocato un boom nelle prenotazioni per immunizzarsi. "Abbiamo registrato 20 mila appuntamenti per minuto, un record assoluto dall'inizio della campagna ed è continuato durante la notte e in mattinata", ha sottolineato Stanislas Niox-Chateau, a capo di Doctolib, il principale sito che si occupa delle prenotazioni. In totale, 926 mila persone si sono prenotate per il vaccino anti-Covid, il 65% di loro è sotto i 35 anni.

Macron ha annunciato che chiunque voglia uscire per andare al ristorante o in un locale, prendere un treno o fare compere in un centro commerciale, così come andare a un concerto, al cinema o a teatro, dovrà mostrare il pass vaccinale che dimostra la sua immunizzazione o un tampone negativo.

"La Francia sull'obbligo della vaccinazione del personale sanitario ha seguito il nostro approccio", ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine del summit W20 a piazza di Pietra a Roma. "Il decreto è stato approvato in Italia già il 1 aprile. Siamo stati il primo paese europeo a introdurre questo obbligo. Altri ci stanno seguendo". 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli