Dopo le rivelazioni dell’ex ambasciatore Usa della Nato la leader di Fratelli d’Italia smentisce

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Fondi russi ai partiti stranieri, Giorgia Meloni netta: “Dibattiti su cose che non esistono”. Dopo le rivelazioni dell’ex ambasciatore Usa della Nato la leader di Fratelli d’Italia smentisce ogni legame con la Mosca di Putin e le notizie che includerebbero il suo partito nel novero dei beneficiari dei circa 300 milioni di finanziamenti da parte del Cremlino a forze politiche estere. Meloni ha replicato all’intervista rilasciata dall’ex ambasciatore Usa Volker a La Repubblica ed ha contestato il titolo “L’ambasciatore punta il dito contro Fratelli d’Italia e Lega”.

Volker: “Porsi domande sui finanziamenti di FdI”

Volker parla delle forze politiche italiane con questi termini: “La Lega è in circolazione da parecchio tempo ed era noto che riflettesse le prospettive russe. FdI è una formazione più recente, anche se erede di altri partiti, ed è cresciuta in maniera straordinaria nell’ultimo anno. Ciò obbliga a porsi domande su quali sono le fonti dei loro finanziamenti, delle posizioni prese e dell’aumento della popolarità”. E a Radio24 Meloni commenta così: “C’è un titolo questa mattina che riguarda Fratelli d’Italia, titolo de La Repubblica, che allude a cose che poi non ci sono nell’intervista. Siccome è tutto verificabile quali sono le nostre fonti di finanziamento, non mi sembra un buon modo di fare giornalismo né di fare l’ambasciatore, lanciare accuse dicendo poi che non ci sono le prove“.

Meloni: “Dibattiti su cose che non esistono”

E ancora: “O ci forniscono le prove, o dovremo querelarli per diffamazione quando si dichiara una cosa dicendo di non avere prove, ci si assume la responsabilità. Ci portino le prove. Ma siccome so che le prove non ci sono perché Fratelli d’Italia non prende soldi da stranieri, credo che la querela sia inevitabile“. E dopo la lettura del commento del numero uno del Copasir Urso che pure smentisce Meloni ha chiosato: “Facciamo un sacco di dibattiti su cose che non esistono”.