Dopo lo stop della pandemia torna a Roma la "Fiera del matrimonio"

·2 minuto per la lettura

AGI - Dopo il lungo stop imposto dalla pandemia al settore del wedding, il 24 settembre torna nella Capitale “Io & Te - La Fiera del matrimonio e della cerimonia”, l'appuntamento che riunisce centinaia di esperti del settore per una panoramica a tutto tondo sulle tendenze legate al mondo del matrimonio.

Ideato da Fabio Ridolfi e Andrew Lookman, l'evento propone tre giorni di incontri, sfilate e iniziative inedite rispetto alla passata edizione: “Abbiamo pensato a un percorso ancor più innovativo, nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza, per presentare il meglio sul mercato” spiegano Ridolfi e Lookman.

Una trentina di atelier

Una trentina gli atelier di alta moda presenti in fiera che propongono le loro collezioni in anteprima assoluta.

Il programma di sfilate si apre con l'atelier Celli centro sposi, venerdì 24 settembre alle 19.30. In passerella fino a domenica 26 verrà declinato il made in Italy dell'alta Moda sposi: da Cinzia Ferri ad Alessandra Ferrari, da Carnevali Spose alle collezioni maschili della maison Urbano della Scala.

Oltre alla moda, all'allestimento e all'intrattenimento, ci sarà uno spazio tutto nuovo dedicato al cake design a cura dell'event planner e cake designer Katia Malizia, che porta alla Fiera la prima competizione tra pasticceri provenienti da tutta Italia.

I corsi

Il progetto prevede anche una serie di corsi con docenti di fama internazionale, dimostrazioni sul palcoscenico di grandi artisti e ambasciatori nazionali e internazionali. Sessanta cake designer internazionali saranno impegnati a creare scenografie con opere in zucchero il cui ricavato sarà devoluto all'associazione Donne al Centro, onlus attiva contro la violenza sulle donne.

La fiera si chiuderà domenica 26 settembre con la finale nazionale del concorso di bellezza Miss Universe Italy, condotta da Vladimir Luxuria. Trenta le finaliste in gara che saranno anche coinvolte in un progetto tv, un mini reality in salsa wedding scritto dal patron del concorso Marco Ciriaci con Emilio Sturla Furnò.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli