Dopo l'operazione Eros Ramazzotti riparte dall'America. Il cantante prosegue il tour mondiale

HuffPost

Eros Ramazotti riparte dall’America, esattamente da dove era stato costretto a fermarsi. Un problema alle corde vocali, infatti, non gli aveva permesso di continuare il suo tour mondiale, che doveva proseguire negli States. Poi l’operazione e lo stop di due mesi. Ora è finalmente pronto a tornare sul palco: la prima data lo vedrà impegnato a Guatemala City il 28 gennaio.

Le altre tappe del tour “Vita ce n’è”, in tutto sedici, gli permetteranno di portare la sua musica lungo l’intero continente. Si esibirà in Messico, Argentina, Brasile e poi continuerà in Nord America, più precisamente Miami, Los Angeles, New York, Boston, Chicago fino ad arrivare in Canada. Con lui si esibiranno otto musicisti d’eccezione e due coriste di fama internazionale, Monica Hill e Giorgia Galassi.

Il tour mondiale del cantante romano, iniziato qualche mese fa, ricomincia dopo aver già coinvolto 35 mila spettatori nella data di Roma, 36 mila in quella di Verona e 17 mila in quella di Amsterdam. Ma questi sono solo numeri parziali: in tutto, 800 mila spettatori sparsi in cinque continenti e 70 città.

 

Continua a leggere su HuffPost