Dopo una maxi fattura da 500mila euro la nota catena aveva deciso di arrendersi ma ora è rinata

In estate il caro bollette stava per far chiudere la nota catena alberghera
In estate il caro bollette stava per far chiudere la nota catena alberghera

Caroli Hotels assume, a luglio doveva chiudere per il caro bollette e dopo una   maxi fattura da 500mila euro la nota catena aveva deciso di arrendersi ma ora è rinata e Caroli Hotels selezionerà, nei prossimi giorni, risorse umane per le strutture ricettive. La notizia è relativa ad una selezione per la prossima primavera-estate. L’estate e l’arrivo del caro bollette per la catena alberghiera era stata durissima e la decisione di chiudere e ricorrere alla cassa integrazione aveva fatto scalpore.

Caroli Hotels assume, doveva chiudere

A La Gazzetta del Mezzogiorno ha spiegato il direttore generale della catena in provincia di Lecce Attilio Caputo: “Sono due percorsi diversi, considerato che la selezione è mirata a realizzare un database di persone che possiedano competenze, professionalità e capacità di fare lavoro di squadra, requisiti di cui non tutti dispongono, ma che sono indispensabili per garantire alla clientela la qualità dell’offerta”.

Il Dg: “In realtà viviamo alla giornata”

E poi: “Altro discorso è quello dell’emergenza legata al costo spropositato dell’energia, per il quale era stato comunque detto che gli eventi già programmati e per i quali erano state acquisite prenotazioni sarebbero stati regolarmente realizzati. In realtà, viviamo alla giornata, siamo in attesa di vedere quali provvedimenti saranno adottati per sostenere le attività produttive e magari consentire che questo periodo si possa superare riducendo il numero dei dipendenti. La chiusura scatterà soltanto se non ci saranno alternative sostenibili”.