Dopo una rapina tenta di fuggire chiedendo un passaggio alla vittima

 Ha tentato di evitare l'arresto, ma ha chiesto un passaggio per sfuggire ai carabinieri alla vittima della sua rapina. E' finito cosi' ai domiciliari un 23enne di Marano, già noto alle forze dell'ordine, che ora deve rispondere di una rapina ai danni di due coetanei che passeggiavano in corso Europa.

L'allarme al 112 era stato dato dalle vittime alle 23 circa del 7 gennaio scorso. Ai militari dell'Arma i due avevano raccontato di essere stati più volte avvicinanti da un ragazzo il quale con minacce di morte, spintoni e qualche percossa aveva chiesto loro prima il cellulare per fare una chiamata, poi due euro, infine aveva pretesto 25 euro che aveva intravisto nel portafoglio di uno di loro.

L'aggressore si era dileguato a piedi nel centro della cittadina del Napoletano. Era intervenuta sul posto una pattuglia che aveva acquisito le prime informazioni e la descrizione del rapinatore per rintracciarlo; perlustrando le strade del centro, la pattuglia lo aveva individuato nei pressi di un centro scommesse e il 23enne, vistosi scoperto, aveva provato ad allontanarsi chiedendo un passaggio agli occupanti di una macchina in transito. Non si aspettava però di trovare alla guida dell'auto proprio uno dei due ragazzi appena rapinati che, riconoscendolo, ha richiamato l'attenzione dei carabinieri.

Il rapinatore ha provato di nuovo a fuggire aprendo la portiera e correndo via, ma è stato rincorso e bloccato. I soldi rapinati erano stati cambiati in monete nella sala scommesse e in parte giocati alle slot machine; il resto e' stato restituito dai carabinieri al proprietario. Il fermo è stato poi convalidato dal gip.