## Dopo Versace, Coach in mirino Cina per T-shirt "indipendentista" -3-

Mos

Roma, 12 ago. (askanews) - "Sono profondamente dispiaciuta per lo sfortunato recente errore commesso dalla nostra Compagnia e che è attualmente discusso su diversi canali social media", ha scritto nel suo comunicato Donatella Versace, ripubblicato anche sulla pagina Facebook della casa di moda. "Non ho mai voluto - ha aggiunto - mancare di rispetto alla Sovranità Nazionale Cinese ed è per questo che io ho voluto chiedere personalmente scusa per questa inaccuratezza e per ogni disagio che può aver provocato".

Uno dei primi effetti della gaffe di Versace è stato la perdita della testimonial più importante, l'attrice Yang Mi, la quale ha detto che intende interrompere il rapporto perché "estremamente offesa" come "cittadina della Repubblica popolare cinese".

La gaffe di Versace richiama alla mente quella dello scorso anno di Dolce&Gabbana, con un video che mostrava una modella cinese incapace di usare le bacchette. In seguito, la situazione era stata aggravata dalla diffusione di uno scambio di messaggi in cui uno dei due stilisti insultava la Cina.(Segue)